Bonus ristrutturazione ed Ecobonus 2016: ecco le novità

  • Mercoledì, 07 Ottobre 2015 16:53

Bonus ristrutturazione ed Ecobonus 2016: ecco le novità

Registrata come certa la proroga per i bonus ristrutturazione ed ecobonus 2016, questi sono i quattro punti di reale novità che gli italiani troveranno nel testo della Legge di Stabilità 2016 in fase di preparazione e che vedrà la luce a metà del mese di ottobre.

Da diverse fonti e dalle dichiarazioni dei funzionari del Ministero delle infrastrutture e dell’economia, a quanto pare la proroga del bonus ristrutturazione ed ecobonus 2016 durerà sempre un anno, quindi fino al 31 dicembre 2016. Sfuma quindi, ancora una volta, il tentativo di rendere stabili le agevolazioni.

Ma andiamo nel dettaglio ed esaminiamo, brevemente, le 4 novità che verranno:

1. Una delle innovazioni che più colpiscono è l’estensione del bonus mobili all’anno prossimo anche per le giovani coppie (resta da stabilire quali saranno i limiti per definirle tali) che vanno in affitto e, cosa importante, senza che si debbano prevedere dei lavori di ristrutturazione dell’unità immobiliare.

In pratica e solo per questa tipologia di soggetti, sarà possibile usufruire del bonus sull’acquisto degli arredi senza la concomitante apertura di un cantiere edilizio nella abitazione.

2. Buona notizie anche per le aziende, finora escluse completamente dalla platea dei soggetti destinatari delle agevolazioni fiscali. Con i nuovi bonus ristrutturazione ed Ecobonus 2016, infatti, anche le spese realizzate dalle imprese sulle costruzioni strumentali all’attività (capannoni, magazzini, ecc.) potranno beneficiare del credito di imposta per lavori di manutenzione straordinaria e di efficientamento energetico.

3. Altra grande novità sembra quella di prevedere interventi di riqualificazione globale dei condomini mediante l’ecobonus con il pagamento dei lavori da parte degli inquilini spostati sui risparmi nel consumo dei combustibili ottenuti dopo i lavori.

4. Quarta e ultima novità, trapelata dalle fonti di Roma, è l’allargamento della platea dei beneficiari delle detrazioni agli interventi sul patrimonio di edilizia residenziale pubblica e sugli edifici scolastici con un duplice vantaggio: da un lato ridurre il consumo di risorse da parte delle costruzioni di proprietà pubblica e, dall’altro, incentivare il mercato edilizio.

In Evidenza

15-10-2015 413

Detrazioni 65% e difesa del Made in Italy

Detrazioni 65% e difesa del Made in Italy. Gli on. De Girolamo e Brunetta pungolano il GovernoE invitano il Governo ad “adottare un sistema alla francese per tutelare imprese e artigiani...

leggi tutto

14-10-2015 431

Carbofer: nuovo sito

Carbofer: nuovo sitoGrande facilità di navigazione, elementi multimediali, informazioni a più livelli. Quanto serve al cliente finale e al rivenditore per conoscere la realtà produttiva e di supporto.Un layout semplice...

leggi tutto

07-10-2015 377

Bonus ristrutturazione ed Ecobonus 2016: ecco le novità

Bonus ristrutturazione ed Ecobonus 2016: ecco le novità Registrata come certa la proroga per i bonus ristrutturazione ed ecobonus 2016, questi sono i quattro punti di reale novità che...

leggi tutto

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Chiudendo il banner si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.